Skip to the main content

L'histoire de l'immigration d'Emanuela Vincelli (immigrante italienne)

Le Musée examine et accepte les dons de souvenirs et d'histoires, personnelles ou familiales, à la collection. En tant qu'institution pédagogique, ces récits nous aident à comprendre comment les individus se souviennent d'expériences vécues, comment ils les interprètent ou, encore, comment ils créent un sens à partir de celles-ci. Les histoires ne sont pas modifiées par le personnel du Musée. Le point de vue exprimé est celui de l'auteur et non celui du Musée.

Catégorie: 
Culture : 
Pays d'origine: 
Port d’entrée : 
Langue: 
Italien
Creative Commons: 
Museum use only
Numéro d'accession : 
S2017.808.1

Texte d'histoire: 

Concorso ”La nostra storia”
Nel 1952 avevo soltanto tre anni. Cosa posso ricordarmi. Vediamo.
Ho compiuto tre anni sulla nave Vulcania il 23 giugno 1952.
Come mi hanno raccontato, siamo partiti da Napoli il 22 giugno 1952 per raggiungere mio padre che non ancora conoscevo, perché era partito per il Canada nel 1949, prima della mia nascita.
La mia mamma e mia nonna hanno sofferto il mal di mare, allora io e il nonno ci siamo divertiti sulla Vulcania. Il mio solo ricordo è di avere perso la mia bamboletta nell'Atlantico.
Arrivati in Canada il 1 luglio non sapevamo che era pure la festa del Canada. Allora il 1 luglio si festeggia pure il nostro arrivo a Halifax.
Quando siamo arrivati i miei zii sono venuti da Montreal ad accoglierci. Ho dovuto aspettare ancora un giorno prima di abbracciare mio padre che era rimasto a Montreal. Lui ci aspettava alla stazione Windsor il 2 luglio. Finalmente la famiglia Vincelli fù riunita in questa bella terra così ospitale.